giovedì 14 luglio 2016

Luglio è un limbo

Sono giornate strane. Sono giornate in cui passo dall'apatia più totale all'intraprendenza incontrollabile. Programmo, progetto, disegno, studio, riempo taccuini (fighissimi), cucio e scucio (tantissimo), misuro, taglio, mi illumino e mi butto giù. Mi butto sul divano, poi sul pavimento. Il caldo mi odia.
E' un periodo un po' così...come si dice...un limbo? Si...luglio è un limbo.
Ma va bene così. Serve tutto. Serve per andare avanti e prepararsi bene alla nuova stagione. Serve per mantenere alto l'obiettivo e vivi i sogni.
Ecco sogni e obiettivi. Questi non mancano. mai. 
Le certezze invece a volte si. Una cosa è sicura però, ho deciso che sul blog avranno un ruolo importante le fotografie. Quale sia il mio stile solo il tempo lo deciderà, per ora mi limito a catturare un sorriso, un'emozione, a fermare un attimo.
Tra le altre cose luglio è anche il mese delle gheis...laminore, come dice lei, ha finito una mano (5dita = 5 anni) e lei di sorrisi ne sa sempre a pacchi!

laminore

 
lamaggiore



 gli zii
 
Immagini random, pensieri sparsi e disordinati.
Alzo i bpm e mi ricarico.
A presto.

Nessun commento:

Posta un commento