mercoledì 13 gennaio 2016

Fam. Gheis in The Nederlands...again!

Ho aspettato un po' prima di scrivere sul nostro soggiorno in Olanda. Ho lasciato che 10 giorni mi separassero dal rientro in Italia, più che altro per paura di scrivere di getto tutte le emozioni e le gioie che l'Olanda e gli olandesi (si a sto giro anche loro) mi hanno dato, magari avrei scritto sotto l'effetto da sgazoia olandese rischiando di non essere obiettiva. 
Ok...obiettiva non lo sarò mai ma lasciatemelo dire. L'Olanda è una figata. Si, anche sta volta. 
No. Sta volta di più. Molto di più.
Ci sono state quelle due o tre cosette che hanno reso la nostra settimana olandese davvero indimenticabile. 
Primo tra tutti il matrimonio del secolo. La Cri e Mik (i miei cognati) si sono sposati. Loro bellissimi, noi anche, la festa più bella e rilassante che si sia mai vista, a partire dall'ottimo ristorante per il pranzo per poi proseguire a casa con (altro) cibo, (altro) alcol *il migliore*, musica, divano, biliardo. E poi tanto amore. Questi sono gli ingredienti che ci hanno fatto passare una bellissima giornata.
Dopo di che, per il resto dei giorni, con due biciclette e le gheis caricate di dietro ci siamo girati Haarlem e Amsterdam. Perfetta sotto ogni punto di vista la prima, piena e bellissima la seconda.

(pic from ikbenhaarlem ... thank you Timo!)
 
Amsterdam
sulla sua bellezza non si discute vero?

Al di la di tutti i posti che possiamo aver visto, i locali o ristoranti in cui siamo stati, i negozi che abbiamo visitato, la vera cosa che mi porto nel cuore questa volta sono le amicizie, le chiacchiere e le persone che ho conosciuto. La magia di aver parlato con persone straniere in un'altra lingua (la chiamo magia perchè per noi è stata una cosa nuova e meravigliosa...anche se spero che diventi un'abitudine), capire tante cose di una cultura non più per sentito dire o per leggende metropolitane ma ascoltare i racconti da parte di persone che li ci vivono e che ci sono nate. Per questo ringrazio tantissimo Martina e Annemiek che ancora una volta mi hanno confermato di essere indietro come i meloni a primavera, ma soprattutto per avermi fatto innamorare ancora di più del posto in cui abitano.
L'ultimo giorno lui e io ci siamo concessi un giretto da soli per Amsterdam riuscendo così a girare senza meta e a trovare il più fighissimo dei negozi che potevamo sperare di incontrare: MARY GO WILD...noi rasentiamo la malattia e il fanatismo per la musica dance/elettronica ma se a voi piace anche solo un decimo rispetto a noi, se amate i posti tranquilli in cui entrare, sedervi su un divanetto, poter mettere dischi su dischi e fare due chiacchiere con una bella bionda (difficile non trovarne una...) beh fatevi un giro perchè merita davvero!





noi
da notare la perfetta centratura della foto...e la bellezza del bomber

Il  fatto è che qui ci sentiamo proprio a casa e la cosa bella/curiosa/strana e pure sconvolgente è che a sto giro è piaciuto tutto anche a lui...e mo' so' c....

Della Laura, delle cose da femmine, del magico mondo del make-up e ovviamente delle novità di casa gheis beh...ci vuole un altro post tutto per loro!!!

stay tuned...


Nessun commento:

Posta un commento