sabato 28 novembre 2015

Tattoo & La follia della donna

Si...l'ho fatto. Ho fatto un tatuaggio.
Un tatuaggeeeeettooooooo. La follia della donna incombe, il disagio mentale galoppa, ma ve lo giuro...non sciabatterò vagando per le vie della moda. Promesso.
Detto questo uno dei motivi per cui ho deciso di farmi un tatuaggio è semplice. Il fatto è che è proprio il tuaggio a essere semplice perchè racchiude l'essenza di ciò che è veramente importante. Di ciò che conta davvero. La mia famiglia. Null'altro. Ho passato un anno difficile in cui tra le altre cose ho veramente rischiato di mandare tutto in fumo, perdendo di vista ciò per cui avevo lavorato una vita. Loro. Noi quattro. Non conta quasi nessun altro. Amici che non ci sono, parenti lontani che abitano vicino (sono più vicini quelli che abitano lontano!). Nessuno.
Loro invece ci sono e ci saranno sempre...sicuramente saranno sul mio braccio per sempre e ogni volta che ci butterò l'occhio non passerà volta in cui non mi ricorda cosa conta veramente per me.
Ho per caso detto che questo era uno dei motivi?...Si l'ho detto.
L'altro è che mi piace punto. E mi piace a tal punto che sarei (quasi) pronta per riempirmi le braccia di inchiostro.
Teschi messicani, dragoni e pesci giganti...state pronti dietro l'angolo. Scherzo...ma solo perchè se c'è una cosa che ho imparato è che finchè non esiste bene nella mia testa un disegno ben preciso non è ora di tatuaggio. E per ora il disegno non c'è. 
Per ora.


Nessun commento:

Posta un commento