giovedì 18 aprile 2013

I will survive

Ci sono giorni in cui dici 'era meglio se stavo a letto'...ieri è stato uno di questi.
Niente di tragico eh...però quando la giornata inizia in salita...e continua in salita...beh che palle!!!
Sembra infatti che quando hai fretta ed è tardi sia più divertente fare un capriccio.
Alle nove passate con 16 gradi la gheis n.2 con un seccato 'mamma otto iola' pretende il giubotto viola (che altro sennò)...ovviamente quello che metteva mesi fa con venti cm di neve.
Ho ceduto...i vermi dal caldo se li fa poi lei...
La gheis n.1 non scherza niente e quando comincio a farle la coda lei la pretende 'di cavallo'...'no mamma così non va bene, falla più lunga!!!'
Presa dallo sconforto per non essere in grado di allungarle i capelli (niente poteri magici per ora...) propongo pipullo+cerchietto della zia cri...che funziona sempre - Evvai!
Credete sia finita qui? Ennò cari miei...il pomeriggio si replica al momento di andarle a prendere...
Ho preso questa (in)sana abitudine di usare il meno possibile la macchina, adesso poi che è calduccio, le vado a prendere in bici, prima la n.1 a 100 metri da casa, poi la n. 2 a 4 km da casa...
Un allegro torpedone per le campagne romagnole...togliamo pure i 35 kg di carico che alla fine mi ritrovo sulle gambe, togliamo pure la conta dei trattori, dei tagliaerba, dei merli, dei gatti, (topi elefanti e leocorni a seguire) ma la cigliegina sulla torta è la domandona da 100 punti.
Sfido io a trovare una domanda più difficile di questa.
'Mamma che cos'è l'Italia?' 'Mamma dov'è l'Italia?' 'Mamma perchè Italia?'
Cioè la domanda lo so anche io che non è così complicata...ma spiegala a una treenne quasi quattrenne...
Preferivo la più classica 'Come nascono i bambini'...avrei avuto a disposizione così tante opzioni come i cavoli, le cicogne, le fate, gesù e pippi calzelunghe...
Ho abbozzato un...' eh Clara in Italia ci sono tanti paesi e tante città, come Massa (il paesello dove viviamo), come Ravenna...'
Gelo totale da parte di entrambe...non so se come risposta le è bastata, a me non basterebbe, in fondo non le ho mica detto cos'è l'Italia...

E voi come glielo spieghereste?

...e non provate a dire che è un Paese perchè per lei il paese è il paesello!
Non provate nemmeno a dire che è il posto dove si parla italiano e ci sono gli italiani...perchè non è vero per niente, lei pranza quotidianamente vicino a Mohamed del Camerun e ad Adina della Moldavia...il primo parla tranquillamente romagnolo ma la seconda per non fare confusione ha deciso direttamente di non parlare!

Sopravviverò?

Su...non siate timidi...


Nessun commento:

Posta un commento