sabato 3 novembre 2012

The dark side of the Gheis

Capita che i bambini facciano rumore. Piangono, ti chiamano, cantano, ridono, parlano...sempre. Certo ti accorgi che in casa ci sono dei bambini.
Poi però a volte senti silenzio. Troppo silenzio. E se in questione c'è la gheis n.2 c'è davvero da preoccuparsi...ma questa è un'altra storia.
Si da il caso invece che la gheis n.1, la grande, la giudiziosa, la pignola, la tranquilla, alla veneranda età di 3 anni passi gran parte del suo tempo a disegnare. Complice la scuola materna (please è richiesta la pronuncia romagnola con la 'e' chiusa...come dice lei) in cui a qualunque orario i bambini stanno seduti...lei disegna, disegna talmente tanto e con cotanta passione che il più delle volte il foglio si buca.
E anche se i fogli sono finiti, lei disegna lo stesso...in religioso silenzio.
Con lo stesso silenzio mi sono avvicinata al micro tavolo e alla micro sedia su cui era intenta a disegnare e con ben poco silenzio mi sono messa le mani sulla faccia...





























































Ora...le uniche persone tatuate di sua conoscenza sono gli zii, che non stanno proprio dietro l'angolo!
Dubito pure che nella sezione di delfini, farfalle e leoni, rispettivamente 3, 4 e 5 anni ci siano amanti dei tribali. Lei però si piaceva molto.
Dopo una mezz'ora da rock star quello che l'aspettava era questo:



















Lei rimane comunque la gheis tranquilla e con la testa sulle spalle.
...aiuto...

Nessun commento:

Posta un commento