giovedì 27 settembre 2012

Pause e riflessioni

Che non sono le pause di riflessione. Asilo avviato, scuola materna avviata. Risultato? Ho ricominciato a lavorare un numero di ore giornaliere che posso considerare 'aver lavorato'. Ho ripreso la mia bella macchinina e ho ricominciato a girare qua e la' per la Romagna. Tra un water rotto, una colonna di scarico occlusa e macchie di muffa sui muri ci sono momenti in cui respiro e mi guardo attorno. Oggi per esempio ho visto questo...




















Ci sono angolini di città meravigliosi, mi accorgo dell'autunno che è arrivato.







































E poi c'è lui...il mare, che anche in autunno ti riempe gli occhi e il suo profumo ti da una gran carica...per tornare a vedere degli altri cessi rotti (vabbè ho distrutto la magia del momento!)



















Sulle pause..beh vi ho fatto vedere cosa vedono i miei occhi durante le pause dal lavoro...ma le riflessioni direte voi? Quali sono? Le riflessioni oggi riguardavano l'annosa questione bambini e computer. La farò breve. La Gheis n.1 si destreggia con l'ipad meglio dei suoi anziani genitori per vedere una ed una sola cosa: Peppa Pig! E non si accontenta di un paio di episodi cercati su youtube. Macchè! Quando i pochissimi episodi in lingua italiana le vengono fuori dalle orecchie comincia a selezionare quelli in tutte le lingue possibili e immaginabili. Siamo partiti con l'inglese. La sera dopo con il tedesco. Vuoi non metterci lo spagnolo? Ma quello che a lei piace di più è questo....
Ormai la sa a memoria e mi obbliga a cantarla. Ecco...a questo pensavo oggi nella mia pausa. A cantare in sloveno Peppa Pig...scusate Pujsa Pepa.







Nessun commento:

Posta un commento