lunedì 30 gennaio 2012

Passaggio di consegne

Succede che ad un certo punto cresci, diventi grande e se hai una sorella più piccola ti tocca passarle la tua roba. Succede così, da sempre, in ogni casa o famiglia di questo mondo.

Per i vestiti il passaggio è indolore e fin qui va tutto bene, lei ne ha già di nuovi-belli-dellagiustataglia che quelli piccoli neanche se li ricorda. Per i giochi la questione si fa interessante, lei quelli, anche se non se li ricorda proprio bene li riscopre e ne rivendica la proprietà...pazienza ce se sono tanti (e lei comunque ne ha di nuovi-belli-perlasuaetà) che la minore non ha che l'imbarazzo della scelta mentre la maggiore sta in adorazione davanti a dentarolo di gomma che manco sa come usare!
Poi però arriva lui...il seggiolone. Che non è il classico seggiolone plasticone da due soldi e mezzo sfasciato. No. E' quello bello-superfigo della Stokke che dicono cresca insieme al bambino...ed è vero, perchè tolte le cinture e gli imbraghi del caso è una comoda seggiola che sorregge i sederi di adulti e non, quindi la signorina consumava i suoi lauti pasti al tavolo con noi sul suo 'seggiolone da bimbe grandi'. C'è però che la minore si è decisa a crescere e ha deciso che le pappe se le vuole mangiare anche anche lei a tavola con noi, quindi seggiolone anche lei. Di comprare un altro bello-superfigo della Stokke però non se ne parla, quindi scatta il PASSAGGIO DI CONSEGNE. E lei? Beh per lei carta vetrata+pennello+idea all'uncinetto della mamma!

Ecco come è andata a finire...


Ed ecco il SUO panchetto finito e finalmente al suo posto!


Non solo la bambina n.2 beneficia dei passaggi di consegne...i questi giorni anche il pannolino è passato dalla bambina n.1 a cicciobello e al coccodrillo. A lei non serve più! Bel colpo!

Nessun commento:

Posta un commento